Lo sviluppo del settore sanitario è sempre più indissolubilmente legato alle moderne tecnologie sia in ordine all’uso degli innumerevoli dispositivi e strumenti ICT che alla stessa gestione delle strutture sanitarie che devono confrontarsi con l’esigenza quotidiana di erogare sempre maggiori servizi di elevata qualità muovendosi nell’ambito di stringenti vincoli di spesa.

In questo scenario appare evidente come il mondo della sanità sia particolarmente esposto al rischio di attacchi informatici con riferimento non solo ai rischi legati alla gestione dei dati ma anche alla complessità crescente dei sistemi ICT e dei dispositivi tecnologici prodotti da vendor differenti e che devono interagire per garantire la salute del paziente senza determinare vulnerabilità per la sicurezza della infrastruttura stessa.

L’esigenza ulteriore di realizzare sistemi sanitari distribuiti sul territorio anche basati su reti di assistenza domiciliare, al fine di decongestionare le strutture sanitarie riducendo costose ospedalizzazioni non indispensabili o addirittura non indicate,  impone ulteriore attenzione nella gestione distribuita dei dati sempre più spesso acquisiti in mobilità, con evidenti rischi di sicurezza degli stessi.

Non per ultimo, la complessità delle organizzazioni sanitarie impongono un’attenta valutazione delle problematiche legate alla consapevolezza del personale sanitario ed alla sua capacità di garantire comportamenti corretti anche in situazioni critiche al fine di evitare l’insorgenza di condizioni che mettano le strutture sanitarie a rischio attacchi cyber.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>